Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Ok
 
 
“Nessuna strada ha mai condotto nessuna carovana fino a raggiungere il suo miraggio, ma solo i miraggi hanno messo in moto le carovane”. Henry Desroche
Servizi
Pianificazione economica e finanziaria
Pianificazione economica e finanziaria Non c’è controllo economico efficace senza una preventiva pianificazione accurata degli aspetti economici e finanziari che consentono di sostenere le politiche commerciali ed industriali previste.
Fare soldi non è la finalità per l’azienda. Lo è per il socio, ma per l’azienda la liquidità è un mezzo necessario per raggiungere i propri obiettivi di business. Pianificare le proprie esigenze di cassa permette di gestire per tempo eventuali situazioni critiche, rendendo così ogni possibile operazione più veloce e più economica. Se si prevedono necessità crescenti di cassa, occorre valutare bene il proprio modello di business ed eventualmente modificare l’organizzazione per renderla sostenibile. Per questo è importante che gli aspetti economico-finanziari, organizzativi e di strategia siano strettamente connessi.

Azioni


  • Progettazione di un piano pluriennale economico, patrimoniale e finanziario con valutazione e monitoraggio degli eventuali investimenti (analisi di scenario what if).
  • Supporto nel controllo e nell’adeguamento dei piani alle effettive performance aziendali (forecast-actual) e analisi degli scostamenti sul piano economico.
  • Sviluppo di sistemi di controllo di gestione che consentano di analizzare le performance dei singoli servizi/prodotti e facilitino le valutazioni di make or buy dell’azienda.
  • Collaborazione con le risorse aziendali per allineare tali strumenti alle dinamiche aziendali.
  • Esperienza nella gestione di operazioni straordinarie a seguito di procedure concorsuali.



  • Caso di Studio


    Un’azienda nel settore alimentare aveva la necessità di far respirare i propri conti aziendali, schiacciati da oneri finanziari insostenibili, dovuti ad una gestione passata non sempre cristallina. La preparazione di un piano di ristrutturazione finanziaria, presentato con successo agli istituti di riferimento, non ha potuto non considerare i motivi che avevano portato l’azienda a quelle condizioni e ha compreso una parte, risultata decisiva, di spiegazione delle modifiche a livello organizzativo che avrebbero reso sostenibile il piano che stavamo presentando.

    Alla banca interessa salvaguardare l’investimento fatto nell’azienda, quindi è interessata a capire come la promessa di cambiamento strutturale può essere mantenuta. Il piano quindi non esaurisce il suo compito una volta ottenuto un finanziamento ponte, ma anzi proprio in quel momento deve diventare una bussola cui riferirsi per non disperdere l’opportunità conquistata e non perdere irrimediabilmente la propria reputazione verso il mondo finanziario. Senza qualche risultato concreto ottenuto, nessun Istituto aiuterà l’azienda ulteriormente in caso di bisogno. Il piano presentato alla banca è diventato il piano di azione guida per l’azienda e anche il rapporto con gli Istituti, nel tempo, è andato migliorando in funzione di una reciproca rinnovata fiducia.
    Torna ai SERVIZI
    Ti interessa? Contattaci!